lunedì 7 gennaio 2013

Il Libro dei Demoni...in sei passi!

Cari amici, eccoci qui di nuovo insieme!
Ho pensato di parlarvi un poco della mia ultima fatica: l'ormai noto LIBRO DEI DEMONI...
Solo che vorrei parlarvene in modo diverso, senza dover star lì ad analizzare la storia, con il rischio anche di rovinarvi qualche sorpresa...
E così ho pensato di regalarvi solo qualche curiosità, qualche divertente informazione. E lo faremo in sei soli punti...uno per racconto!

Racconto 1: "Il dì di festa"
Scritto nell'ottobre 2011, questo racconto è il primo che troverete nella raccolta. Il più lungo dei sei contenuti nel libro, parla di una particolare sagra di paese che si tramuterà in un'epica battaglia tra il bene e il male. L'idea per questo racconto mi venne un giorno camminando per una caratteristica festa di paese, quando ad un tratto mi passò davanti una signora in lacrime. Il contrasto tra le bancarelle in festa e il dolore della povera signora, mi fece scattare una scintilla nella testa e il racconto di conseguenza venne da sè...
In questa storia sono presentate una schiera di creature demoniache di grande effetto, nate probabilmente dall'influenza dello scrittore inglese Clive Barker e dalle sue opere.
 
Racconto 2: "Decimo anniversario"
Ecco il titolo del secondo racconto della raccolta Il libro dei demoni. Ambientato a Venezia (Per ora l'unica storia ambientata in una città reale, per di più Italiana) e scritto nell'autunno del 2011. La storia racconta le vicende accorse a Frank Miller, ricco agente di New York sempre in viaggio e, a tempo, perso spietato serial killer.
L'idea mi è nata una sera, guardando una serie tv che trattava il tema degli omici seriali. Dovete sapere che i serial killer sono una mia grande passione e sono orgoglioso di tutti i volumi che possiedo e che ne trattano l'argomento. Diciamo che mi piace definirmi un esperto del settore...
Insomma, mentre osservavo le scene dal mio televisore, mi è balenata in mente la frase: La vendetta è un piatto che va servito freddo. All'inizio pensavo fosse solo un pensiero sconnesso, ma via via che il documentario proseguiva, l'idea per il racconto prendeva vita e anche la nostra cara vendetta. Insomma vi invito a leggerlo per sapere cos'è successo al nostro Frank Miller durante la famosa notte del decimo anniversario!
 
 Racconto 3: "Io, lei e me stesso"
Siamo giunti al giro di boa di questa carrellata di racconti che costituisce l' ormai noto Libro dei demoni. Oggi parleremo del terzo racconto, forse il più particolare di tutta la raccolta: Io, lei e me stesso. Scritto nel lontano 2009, questo racconto è l' unico scritto in prima persona. In queste pagine viene descritta, sotto forma di un lungo monologo, la discesa nella follia di un uomo che si troverà davanti ad una decisione molto importante...
in queste poche pagine è presente forse il racconto più complesso della raccolta, sia per i temi trattati che per lo stile usato.
 
 Racconto 4: "La finestra"
Oggi parleremo del racconto più breve della raccolta, solo quattro pagine!
Scritto nel luglio del 2011, racconta le vicende accorse al proprietario di una strana casa...una casa con una finestra molto particolare!
Quello che la gente non sa, è che questo racconto è nato una sera d'estate quando, passeggiando con i miei cani in una zona residenziale, sono passato davanti ad una palazzina che possedeva una splendida finestra circolare all'ultimo piano...proprio come nel racconto! Ovviamente tutta la situazione è stata poi modificata nel modo che più si confaceva alla storia, ma a grandi linee, è quasi tutto vero...
A dimostrazione che spesso l'ispirazione (proprio come era accorso nel caso del primo racconto de "Il libro dei demoni") ti assale all'improvviso, e molte volte dalla quotidianità di tutti i giorni.
 
Racconto 5: "Rapina notturna"
Quinto racconto della raccolta, scritto nel gennaio 2012 (buon compleanno!). La curiosità principale riguardante questo racconto è senza dubbio il fatto di essere stato scritto di getto in una sola notte! Dopo una serata che definirei brava, tornai a casa e mi misi subito al lavoro. Ci lavorai per qualche ora, scrivendo come un ossesso. Racconto che riprende in chiave moderna una delle figure mitologiche del panorama horror, forse pecca di troppa "semplicità", dovuta al fatto di essere stata concepita e creata nell'arco di poche ore. Forse il più mediocre della raccolta, a mio parere, ma comunque degno di un posticino nel nostro caro...LIBRO DEI DEMONI!
 
Racconto 6: "Il settimo girone"
Ed ecco che chiudiamo questa carrellata parlando di uno dei miei racconti prediletti: il settimo girone.
Scritto nell'autunno del 2011, questo racconto ci presenta una delle figure più caratteristiche dell' intera raccolta; uno spietato killer braccato dalla polizia in una città inquinata e pericolosa. Pericolosa come un certo club ,che il nostro killer avrà la sfortuna di frequentare. Tra diavoli, o meglio IL DIAVOLO! droga, omicidi e morti viventi, il libro dei demoni si chiude in bellezza...chi sarà il vero male?

Nessun commento:

Posta un commento